Sambuco

Il sambuco, quello nero, è un cespuglio. Inventato dal Cielo affinché gli umani possano mangiare e curarsi. Lo diceva la Nonna.
Con i fiori infatti si fanno frittelle; non descrivibili, celesti, bisogna assaggiarle. Con i frutti la marmellata. Va oltre la favola dei fiori. Processo lunghissimo e molto laborioso, preparare la marmellata, ma ne vale la pena. Tralascio le qualità terapeutiche.
Quando una cosa è buona fa bene e basta. Non serve ulteriore indagine. Macchiano un po’, i frutti. Perché il Cielo ha deciso, a suo tempo, che tutti vedessero chi si cimentava alla
marmellata di sambuco. Per fare venir voglia agli altri di farla. Se tutto questo non bastasse, i frutti nutrono un mucchio di animali, tra cui anche la capinera, senza il canto della quale non sarebbe primavera. E poi un tempo con i suoi rametti i bambini costruivano piccoli e ingegnosi schioppetti. Belli da morire.
Direi che basta.
Per mera conoscenza… se vi affrettate, di frutti ce ne sono ancora, anche per voi.