Scoiattolo burlone

Scoiattolo rosso

Scoiattolo rosso

A volte è un fruscio che ti richiama l’attenzione verso la volta degli alberi, ma il rumore delle foglie o degli aghi di pino sotto i piedi induce facile in errore. E non te ne curi. A volte è una lieve cascatella di briciole che cade dalle fronde a farti insospettire e finalmente ad alzare gli occhi. E allora lo vedi, lo scoiattolo fantasma, che un attimo prima rosicchiava una ghianda o toglieva i pinoli da una pigna; come un’ombra volteggia tra i rami e tra le foglie e in due balzi è già sull’albero accanto. Lo risale sul lato a te opposto, e ogni tanto controlla se ci sei ancora, come fanno i picchi, e intanto sale e poi d’un salto via su altre chiome ancora, e non lo vedi più.
È un folletto lo scoiattolo nel bosco, con mille cose da fare e a cui pensare, un burlone che si fa beffe pure della gravità del suolo, che su lui effetto non pare avere. Ma è così bello che dopo averlo incontrato anche tu sei più leggero, e speri di vederlo ancora. Perché fa sognare col pensiero.
(Immagini di Mario De Casa)

Scoiattolo rosso

Scoiattolo rosso

guarda la galleria