Ha più paura lui

Dal fattaccio di Adamo ed Eva in poi, la gente li ha detestati e combattuti.
Fino a non tanto tempo fa si insegnava ai bambini a ucciderli e schiacciarli, e tutti ne hanno paura; tanto da far fiorire le leggende più strane e fantastiche per circondarli di un alone di male.
Parliamo dei serpenti, di quelli nostrani, mica di quelli esotici, che pur è di moda tenere in casa per darsi un tono. Contraddizioni umane.
In realtà quando incontriamo un serpente, dei due chi ha più paura è lui: difatti scappa a rotta di collo. Ed ha ragione, perché tra tutti i viventi, è l’uomo il più pericoloso, l’unico capace di mettere a repentaglio l’esistenza di altre specie, e tante già le ha fatte scomparire.
Guardate il piccolo biacco delle immagini, una quarantina di centimetri di magrezza e paura.
Guardatelo per scoprire, tra l’altro, che è molto bello. Nei disegni delle squame, nell’armonia dei colori, nel buon gusto con cui è disegnato. Un piccolo capolavoro.
Nervosetto, il biacco, più degli altri, più della vipera, ma il più innocuo in assoluto. Scatta veloce e per questo ci spaventa, perché lo vediamo di colpo e senza preavviso, ma soltanto i topi devono averne paura; certamente non noi.
Lasciamo in pace chi striscia per terra, tutto quello che striscia, compresi i serpenti. Semmai, facciamo attenzione a dove mettiamo i piedi: per non pestarli. Sarebbe un peccato.
Foto sottoguarda la galleria