Buona notte moscardino

Prugnolo e moscardino

Prugnolo e moscardino

Autunno stagione di frutti. Un’ultima grande abbuffata prima dell’arrivo di Nonno Inverno che, per prima cosa, chiude le dispense con chiavi di ghiaccio. Così, assieme al freddo e alle notti che non finiscono mai, sarà in agguato anche la fame. Cose dimenticate dall’uomo che vive negli agi del petrolio, ma non dagli animali selvatici. Il moscardino – che osserviamo nelle immagini di F. Moglia – sa tutto a memoria, e benché in inverno risolva i suoi problemi andando in letargo, per viverlo meglio mangia tutto quel che trova: o quasi. Perché il moscardino è un buongustaio. Eccolo sulle more, le più dolci quelle di fine stagione, e sui prugnoli, anche se ancora acerbi da far spavento; pure i frutti della rosa non scherzano, almeno per il palato umano, ma al moscardino piacciono tanto.
Buon appetito dunque e, tra pochi giorni, buonanotte e sogni d’oro.

Guarda le immagini