Questioni tra merli

Merlo e frutti di sorbo

Merlo e frutti di sorbo

Non ce ne accorgiamo, ma a febbraio le giornate son già più lunghe, anche al mattino. Non ce ne accorgiamo perché ci alziamo tardi, oppure perché siamo assonnati e non vediamo nulla.
Ma gli animali, che come l’uomo fino a pochi secoli fa, hanno come unico orologio la luce, se ne accorgono eccome.
Soprattutto gli uccelli, che cominciano a mostrare il loro abito più bello e a pensare al nido;
nel modo a loro più congegnale: cantando. Soltanto i maschi; le signore ascoltano, pensando alle uova che verranno e ai piccoli.
I merli non aspettano nemmeno che sia giorno pieno per cantare. I maschi hanno fretta di mettersi in mostra: per le signore e per gli altri maschi: per mandarli via, se possibile.
Così, nella luce appena accennata del nuovo giorno, ecco delle note dolci e belle che carezzano le orecchie.
Sottovoce, perché i primi canti si fanno in sordina; si ripassa la musica, son mesi che non si suona, e dovesse scappare qualche stecca… meglio che sia sottovoce; con l’aiuto del buio, magari passa inosservata. Si spera sempre, anche tra i merli…
Ci sono canti perfetti, ogni nota al suo posto, strofe cadenzate e ben alternate per un’aria tenera ed elegante; sono quelli degli adulti, i vecchi di qualche anno: sono esperti.
Altri canti sono altrettanto belli, però, a tratti, grattano un po’, qualche nota stenta, non entra perfetta: poca cosa, intendiamoci, ma un direttore d’orchestra s’arrabbierebbe. Sono i giovani, hanno meno di un anno e provano per la prima volta, con titubanza e apprensione, anche per la loro incolumità fisica. Già, perché i vecchi mica li aiutano, o incoraggiano; li mandano via e li picchiano, se appena possono… sono concorrenti.
Somigliano un po’ a certi umani sciocchi e ingordi.

Tutto questo succede al mattino quando allungano le giornate. A febbraio.
Provare per credere.
Domani uscite un attimo prima, un briciolo di sonno in meno, ma ne vale la pena…
(Immagini F. Moglia).

Merlo e Golden delicius

Merlo e Golden delicius

Guarda le immagini

Ascolta il canto del merlo