Il serpente senza nome

Colubro liscio - Coronella austriaca

Colubro liscio – Coronella austriaca

Ci sono degli animali che, in dialetto, non hanno nome. Come non esistessero.
La cosa stupisce, perché i vecchi, per forza e non per virtù, conoscevano bene chi stava loro attorno;
perché la maggior parte della vita la trascorrevano sotto il cielo e non in una stanza.
Stupisce e fa riflettere: insegna. La consuetudine porta all’errore; l’assuefazione sopisce la capacità di osservare; l’abitudine addormenta lo spirito critico.
Il colubro liscio, Coronella austriaca per i sapienti, è uno degli animali senza nome dei padri.
È una biscia. Niente a che vedere con le vipere, ma simile a loro, nei colori e nelle movenze.
Un tempo i serpenti si bastonavano a prescindere – la faccenda di Adamo ed Eva ha sempre inciso sulle vicende umane – e la somiglianza con le vipere era fatale. Così, per ogni Coronella, patac, una bastonata.
Poi, nessuno controllava cosa fosse, perché, a prescindere, era una vipera.
Sarebbe bastato osservare che ha la pupilla rotonda e non verticale.
Magari un nomignolo ce l’aveva pure, del tipo vipra maira – vipera magra; vipra dl’umbra – vipera dell’ombra; vipra mosia – vipera lenta, e via a inventare. Non lo sappiamo. Ma che fosse velenosa, di certo nessuno lo metteva in dubbio.
Oggi sappiamo chi è il colubro liscio, e in molti lo rispettiamo. Come si rispetta qualsiasi vivente. Perché al mondo c’è posto per tutti e tutti hanno un motivo d’essere.
La chiamano biodiversità questo principio; ma basta il termine rispetto.
Noi il colubro liscio ve lo mostriamo in una serie di immagini spettacolari di Fabrizio M.
Si tratta di un giovane, nato nel 2014. Un anno. Chissà quante paure ha già provato… Eppure è bellissimo. Come tutti i viventi.
Da rispettare, ricordiamolo.
(Si ringrazia per la collaborazione Gino Charrier).

Colubro liscio - Coronella austriaca

Colubro liscio – Coronella austriaca

Guarda le immagini