Luì piccolo


In inverno, quando le acque sono piccole, andando lungo i torrenti nelle ore più calde, può succedere di vedere svolazzare tra i rami dei cespugli un piccolo uccello verdino olivastro.

Salticchia velocissimo, ogni tanto scende sulla sabbia delle rive ma subito torna tra i rami, dove si sente sicuro: lì lo sparviere non può arrivare.
È il luì piccolo, un uccellino lungo appena, dalla punta del becco all’estremo della coda, undici centimetri.
Velocissimo e nervoso, non ha tempo da perdere, deve trovare cibo a sufficienza prima che faccia buio, così da affrontare a pancia piena il gelo della notte. Pesando soltanto circa otto grammi, non dispone di riserve di grasso se non in minima parte.


Un uccelletto bellissimo, un tempo comune, oggi a rischio di estinzione. Per colpa nostra, che pian pianino abbiamo asfaltato e cementato quasi tutto, anche lungo i corsi d’acqua. Un vero peccato.
(Immagini di F. Moglia)