Il volto nella roccia

In quel di Pramollo, andando dalla Vaccera a Lazzarà, lungo il sentiero che si snoda sotto la mole di Sua Maestà il Gran Truc, lo sguardo ha tempo di posarsi sul mondo, in quel luogo fatto di rive e distese di ontani nani, di praterie e di colonne di roccia.
Un bambino, in una di quelle rocce scorge le fattezze d’una faccia, d’un viso. Non si capisce chi sia, osserva il bambino, ma che sia un volto non c’è dubbio.
Un volto nella roccia.
Come quelli assai più famosi d’America.
Ma questo è più bello, pensa il bambino, perché è naturale. E poi è nostro.
Lentamente, col procedere del passo, la faccia nella roccia scompare e Lazzarà si fa più vicino.
Con una fantasia in cuore in più.

(Foto R. Richiardone)