Arrivederci

Un’onda crescente monta, un mantello di suoni avvolge tutto all’improvviso e scuote la sonnolenza stanca di caldo e di secco del sabato pomeriggio.


Sono le mucche che tornano, e con loro i pastori, quelli titolati e quelli ancor piccoli piccoli, in prima fila, che forse lo diverranno, e tanti altri, lì presenti per dare una mano, per sfilare, per partecipare alla festa.
Il ritorno dai pascoli montani segna la fine di un’estate di lavoro, dunque è festa, e la fine in realtà non è tale: è l’inizio della stagione che verrà, per partecipare assieme, uniti, alla nuova sfilata il prossimo anno.
Il ritorno, non ci piace chiamarlo transumanza, è un arrivederci, non un addio.

Potrebbero interessarti anche...