Buona Primavera

È Primavera. Da ieri (difatti è piovuto e ha tuonato).
Forse non ci siamo accorti della Primavera perché presi da altre faccende.
Non ce ne accorgiamo quando tutto fila liscio, figuriamoci adesso che il verme ci bracca da vicino.
Noi la Primavera la salutiamo lo stesso, alla faccia del verme e di tutti gli accidenti, più o meno cercati, che ci piovono in testa.
La salutiamo con entusiasmo, come facciamo tutti gli anni da tanti anni. La salutiamo come fosse la prima che incontriamo, guardando il cielo per capire quanto sarà bella. Perché è scontato che sarà bella. Come un sorriso, come una carezza, come un piccolo bacio. Come l’amore.
La Primavera è stagione d’amore. D’amore e di amori. Anche al tempo del verme che ci assilla.
Nulla può cambiare la bellezza e l’amore della Primavera: la voglia di correre che ti mette addosso anche se i tuoi 20 anni sono lontani; la voglia di vivere; la voglia di gridare.
E allora lo gridiamo forte, con gioia a tutti, perché a nessuno passi inosservata: Buona Primavera!