Se fossi ragazza

Se fossi ragazza
bacerei tutti i rospi del mondo
per trovare il mio principe azzurro.
Quello delle favole, non quello vero,
che sa ammucchiar denari e poco amare,
che sa moltiplicare i soldi ma non l’amore.

Se fossi ragazza i rospi li cercherei quando fan l’amore loro,
quando sboccia la primavera,
quando ingrossano le pozze e si formano tante improvvisate alcove.
I loro amori contagerebbero anche me
e mi sarebbe facile trovarli tutti e baciarli forte forte,
ma senza disturbarli e nemmeno spaventarli.

Se fossi ragazza
saprei che i rospi non sono brutti.
Che soltanto le streghe gli vogliono male
e la gente sciocca che li pesta senza neanche guardare.
Saprei che l’esser basso accosti al suolo non è sventura
ma amore vero per la terra e per l’acqua che la fa viva e pura.

Ma io non sono ragazza
e i rospi non li posso baciare.
Però li amo lo stesso tanto.
Perché fanno ricco, vario e bello il mondo,
mi fan sorridere col loro incespicare lento,
e mi ricordano che non sempre chi sta in basso conta poco.

(Immagini di F. Moglia)

 

Guarda le immagini

Potrebbero interessarti anche...