‘Panati’, non fritti
con Nessun commento

Il 2021 non passerà certo alla storia come annata a vocazione fungina. Prima un inverno prolungato ad annullare la primavera, poi una siccità opprimente a stremare la terra; poi, finalmente, all’ultimo, la pioggia a ridare speranza e forza ai prati, … Continua a leggere

Valli incantate
con Nessun commento

Il Colle della Vaccera è una delle porte di accesso alle Valli Chisone e Germanasca; passando poi per il vallone di Pramollo e scendendo a Perrero oppure a Perosa Argentina. Un’orografia complessa e bellissima, modellata come meglio non si sarebbe … Continua a leggere

W i Franceschi
con Nessun commento

Per una volta ci si perdonerà se parliamo di una ricorrenza passata da quasi una settimana, lunedì 4 ottobre scorso. ‘Giornata mondiale degli animali’. Il nome originale, ovviamente in inglese, ‘World animal day’. Istituita nel 1925 dal tedesco Heinrich Zimmermann, … Continua a leggere

I segni di Vincent
con Nessun commento

Le chiamano casermette. Quella del Vallone dell’Albergian, lato Laux, sulle carte è pure riportata come ‘rifugio’. Sono grandi costruzioni militari, molte centinaia di metri quadrati, costituite da piano terreno e da piano rialzato. Sotto spazio per gli animali, i servizi … Continua a leggere

Forse
con Nessun commento

A tratti è parso non essere mai cominciata, mai passata sulle valli, e se c’è stata che l’abbia fatto di fretta, di corsa. Parliamo dell’estate. Finita. Mai cominciata davvero e già terminata. Di già. Senza che qualcuno se ne sia … Continua a leggere

Pra del Funs
con Nessun commento

(Immagini di L. Ribetto) Una conca verde di prati, quasi una buca, dolce, contornata per tre lati dai larici e per il rimanente aperta verso sud, per lasciare passare il sole. A nord le pendici rocciose e altissime dell’Albergian; un … Continua a leggere

Il lago che non c’è
con Nessun commento

I laghi dell’Albergian sorgono su in alto, circondati da pareti di roccia severe che soltanto verso levante lasciano un varco, perché possano guardare verso la Val Chisone e perché sia possibile, anche ai comuni mortali, raggiungerli.Sono tre.Il primo, il più … Continua a leggere

Fiori di cascata
con Nessun commento

Massello, Vallone del Pis, Val Germanasca. La cascata è lassù. L’abbiamo intravista da Clot del Mian, poco dopo l’inizio della salita da Balziglia, quasi nel buio, perché è prestissimo. Il sole carezza appena di luce rossa, che non intiepidisce la … Continua a leggere

La sete del ruscello
con Nessun commento

Può sembrare un paradosso parlare della sete di un ruscello, o di un torrente. Come può, il luogo casa dell’acqua, essere assetato? Il luogo senza il quale non potremmo bere, lavarci, annaffiare i nostri fiori.È vero che l’acqua pura la … Continua a leggere

Stelline
con Nessun commento

Fiorisce tra gli ultimi, quando quasi tutti gli altri hanno finito. Ad agosto, e i fiori si conservano belli per lungo tempo, a volte fino all’inverno, restando imbalsamati a coprire le nudità sterili delle pietre. Abbellisce con il suo azzurro … Continua a leggere

1 2 3 4 62